default_mobilelogo

Editoriale

Scrivere, camminare.

Scrivere

Bruce Chatwin era un gran camminatore. E uno scrittore capace di affabulare, incantare con le sue storie di viaggi e paesi. Senza lasciarsi mai sfuggire l’estetica degli oggetti d’arte, a cui era morbosamente legato. Nomade inquieto (non a caso scrisse un libro intitolato “Anatomia dell’irre

...

Sulla scrittura

newsletter

Per ricevere le ultime notizie su lavoro, editoria e formazione Iscrizione newsletter

Editoria e Scrittura su Facebook

Il giorno in cui sono diventata Virginia Woolf

virginia

Sì, sono diventata Virginia Woolf. Almeno sul web. Quando? Il 21 febbraio 2012. Dove? Nella pagina Facebook La Stanza di Virginia, collegata anche alla rivista web  che dirigo. In questa  pagina scrivo liberamente, citando anche autori, a volte.

Leggi tutto...

Road book - letture di strada

road book

Leggere insieme: la comunità delle parole condivise scende in piazza e fa il giro di Roma.

 

Leggi tutto

 

 

I quaderni del MDS

La mia Istanbul

la-mia-istanbul

Viaggio di una donna occidentale attraverso la Porta d'Oriente

> Leggi il primo capitolo

> Vai a lamiaistanbul.it

Francesca Pacini a RAI1

Il blog

il blog

Ho frequentato il corso progettato e diretto per il Segnalibro da Francesca Pacini a Roma nel 2000. Ho deciso d'iscrivermi sia perché interessato a lavorare nel settore editoriale, sia perché il corso - grazie alla partnership con numerose case editrici indipendenti come Minimum Fax, Fanucci, Voland - dava l'opportunità di conoscere la realtà editoriale indipendente di Roma.

 

L'essenza del corso, organizzato con cura e perizia da Francesca Pacini, si è rivelata molto utile non solo per questo scopo, ma anche perché mi ha fornito la possibilità di conoscere alcuni strumenti utili al lavoro di consulenza editoriale. La parte didattica del corso, infatti, mi ha permesso di venire a conoscenza di metodologie e pratiche del campo editoriale (come l'editing) che ho avuto l'opportunità di praticare anche dopo la fine del corso - nonostante la mia vita professionale si sia successivamente sviluppata in tutt'altro settore, quello del videomaking.

La supervisione e la competenza tecnica, oltre che la cura particolare e la capacità di accoglienza, di Francesca Pacini, hanno soddisfatto le mie aspettative e mi hanno permesso - in maniera stimolante e sempre propositiva - di entrare in contatto con un mondo che non conoscevo'.

 

Baci,

Salvatore